Insegnante: Helga Zanon , insegnante e ballerina, coreografa

Il Percorso di Flamenco si propone l’obiettivo di  ricerca  della vera espressione del sè  attraverso il movimento partendo dal principio che la vita è movimento e il movimento è vita, e non importa se si sa o no ballare.

Nel Flamenco si racchiude non solo una danza popolare ma un vero patrimonio culturale ricco di vissuto, significato emozionale e vera passione. Il ballerino di flamenco ha in sè qualcosa di ancestrale e primitivo nel suo battere il ritmo mentre il corpo si curva e volteggia, ma anche qualcosa di aristocratico in quel suo darsi fiero sulla scena.
Una danza antica, carnale e sensuale, che si muove sulle corde di chitarra per sedurre e conquistare i corpi. La tragicità  insita nelle voci e nei volti rimanda alla passionalità dell’atto d’amore ed alla fatale separazione e morte, temi centrali in tutte le espressioni del flamenco.
Il Flamenco è il risultato dell’incontro tra  popoli diversi nelle terre Andaluse,  che hanno lasciato  segni indelebili in quella che oggi è patrimonio  spagnolo.
La concentrazione del popolo gitano  nel sul della Spagna , ha portato grande contributo al popolo  gitano  che allontanato dalla loro terra dell’India, trovò rifugio in Andalusia. Durante le feste e ritualità gitane il canto eseguito era un urlo di rabbia interiore, sfogo della loro disperazione. Il flamenco era messaggio di comunicazione dei fari momenti della vita (amore, gioia ,dolore). Ballare, cantare e suonare con gli altri della comunità  era sinonimo di coesione: il rito si eseguiva per tutti, il linguaggio del corpo è di tutti e nell’ esprimerlo ci si  attesta il diritto di vivere e di appartenere alla comunità . Il ritmo, la musica, nascevano dal caso poi si tessevano i tratti armonici del canto e della chitarra. Il movimento ondulatorio della gonna, la voce, le calde note sottolineavano la componente erotica
di quei momenti.

Il PerCorso di Flamenco, prevede l’insegnamento di:

  • impostazione tecnica e postura
  • studio del  compas (tempo ritmico del flamenco)
  • tecnica di braceo (figure coreografiche basate sul movimento espressivo delle braccia e delle mani)
  • tecnica di zapateado (combinazione passi percussivi)
  • baile: studio di una coreografia
  • PerCorso di  Sevillanas, baile folcloristico andaluso tipico di Siviglia

Lezioni per principianti ed intermedi;  con accompagnamento chitarra dal vivo

Flamenco  per bambini dai 6 ai 12 anni 

Il Flamenco come  strumento ludico-didattico per i bambini grazie  alle sue componenti di:

BAILE (psicomotricità)

TOQUE (chitarra/sensibilità musicale)

COMPAS (ritmo, corpo come strumento sonoro).

Il Flamenco è un’Arte viva, dove le componenti di danza-musica-ritmo sono fortemente connesse e relazionate tra loro costantemente tramite una condivisione di codice e la  loro scoperta rende questo percorso ludico, un danzare  che incanta, entusiasma e amplifica le potenzialità artistiche dei bambini.
Giocare con i suoni e il ritmo e sperimentare la propria capacità motoria e musicale imparando una nuova danza e le sue peculiarità: il movimento coreografico delle braccia, il suono ritmico dei piedi, la coordinazione e la concentrazione, l’interazione con gli altri accessori come il ventaglio, le nacchere, il manton, il cappello. Scoprire che il proprio corpo è uno strumento musicale e per sviluppare la sensibilità all’ascolto e la sintonia con il ritmo. Creatività  attraverso  giochi attingendo  al mondo progettuale e fantasioso del design ludico/didattico per bambini.

Da Gioved’ 19 ottobre  2017 ore 17/17.50 – 8 incontri

Locandina Ottobre 2017

RICHIEDI INFORMAZIONI

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio